Basilicata vittima di fake news: studentesse e studenti lucani a settembre non troveranno spazio nelle scuole?

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato dei Consiglieri Regionali M5S, Gianni Leggieri, Gianni Perrino, Carmela Carlucci:

“Purtroppo non si arresta la produzione e la divulgazione di fake news da parte di Salvini e della Lega: ancora una volta bersaglio della sua bassa propaganda sono il mondo della scuola e la Ministra Azzolina.

Anche la scuola della Basilicata è finita nel calderone dello sciacallaggio mediatico targato Lega. Salvini ha addirittura affermato che migliaia di studentesse e di studenti lucani a settembre non troveranno spazio negli edifici scolastici per colpa delle misure imposte dal Governo.

Vogliamo ribadire il messaggio lanciato dalla Ministra Azzolina ovvero: ‘Nessun alunno sarà cacciato da scuola, come sta continuando a dire Matteo Salvini in queste ore, inondando le Regioni di numeri a caso. A settembre la scuola riaprirà per tutti. Abbiamo le soluzioni e abbiamo le risorse. E siamo al lavoro con il contributo di tanti. C’è chi, invece, preferisce usare la scuola per fare propaganda. È molto facile ma anche molto irresponsabile’.

Noi dal canto nostro confermiamo la nostra disponibilità per un proficuo confronto sul tema della ripartenza della scuola in regione, e chiediamo per l’ennesima volta che si attivi un tavolo specifico che coinvolga almeno l’assessore regionale con delega alla Formazione, l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, l’Ufficio Scolastico Regionale, i presidenti delle due province delegati alla gestione dell’edilizia scolastica, i sindacati della scuola e una omogenea rappresentanza dei componenti del Consiglio Regionale.

Auspichiamo che la maggioranza di centrodestra non sia troppo impegnata a risolvere le beghe interne, emerse di nuovo in modo lampante durante la seduta dell’ultimo consiglio regionale, dimenticando il vero obiettivo di chi guida una regione: risolvere i problemi dei cittadini.

Certo, sul piano dell’istruzione, la Lega è abituata a ben altro. Memorabili le prodezze dell’ex Ministro Bussetti, che ha promesso di destinare 7 miliardi all’edilizia scolastica e ne ha stanziati solo 1,7. L’eccellente Ministro che ha invitato gli insegnanti del Sud “a impegnarsi di più” e che, nel mentre, nominava a capo del dipartimento Università tale Giuseppe Valditara, nonché relatore della Legge Gelmini che, per dovere di cronaca, ha tagliato un miliardo al Fondo degli atenei italiani.

Non accettiamo lezioni, ma saremmo lieti di accogliere gli ex Ministri Salvini e Bussetti tra i banchi delle scuole lucane”.

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)