Melfi: questi studenti hanno conquistato il podio! Primo, secondo e terzo posto per…

Nei giorni 12 e 13 Novembre 2019, si è svolta, a Marcianise (CE), la consueta Competizione Nazionale Students Lab, che ha coinvolto le scuole di tutto il territorio nazionale.

All’evento hanno preso parte i migliori laboratori d’impresa (.biz) e di comunicazione (.com), selezionati alle Competizioni Regionali tenute durante l’anno scolastico 2018/2019 in tutta Italia.

Anche quest’anno l’IIS Federico II di Svevia ha partecipato alla competizione con due classi in gara, la classe 4 dell’indirizzo Scienze Applicate e la classe 4 del Liceo Classico.

Ancora una volta, le classi hanno conquistato il podio, per la categoria .biz, grazie alla creazione dell’impresa Smart Minds S.p.A (che produce un a serratura tecnologica collegata ad un braccialetto NFC), della Suncover S.p.A (che produce cover per smartphone attraverso le quali si ricarica il cellulare con la luce del sole ) e Oφις S.p.A (specializzata in t-shirt dal logo originale, un serpente stilizzato).

Le tre imprese hanno guadagnato il primo, secondo e terzo posto.

Gli alunni hanno mostrato, come sempre, grande entusiasmo, ingegno e talento, sottoponendo le varie fasi imprenditoriali delle proprie mini-imprese ad una giuria qualificata.

Per la SmartMinds S.p.A, questi i partecipanti: Irene Ferrente, Caterina Salvatori, Maria Chiara Cassese, Mario Colangelo, Alessio Menna, Luciano Colucci e Lorenzo Montanarella.

Per la Suncover S.p.A: Michela Pia Mossucca, Luca Manniello, Alessandra Cerone, Marco Ritrovato, Biagio Radino, Giovanni Mario De Leonardis, Antonio Decorato e Rocco Pantaleo.

Per la Oφις S.p.A: Lorenzo Giorgio, Pietro Fuschetto, Pietro Pio Fuschetto, Simone Gaudiano, Davide Colangelo, Giuseppe Laganaro, Silvia Carbone, Rachele Fundone, Ida Losacco, Marilisa Di Napoli e Alice Nuccitelli.

Facciamo i complimenti ai giovani imprenditori e alle loro accompagnatrici: la dott.ssa Stefania Evangelista, trainer asse 4, e la prof.ssa Maria Rosiello, responsabile dell’alteranza scuola – lavoro.

Entrambe, infatti, promuovono queste attività, seguono in ragazzi in ogni fase e li spronano a mettersi continuamente in gioco.a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)