Incidente sul lavoro per il lucano Raffaele: era a 18 metri di profondità quando…

Ancora dolore per la tragica scomparsa sul lavoro dell’operaio Raffaele Ielpo, il 42enne originario di Lauria, morto in un incidente sul lavoro nel cantiere della metropolitana M4 a Milano.

Secondo una prima ricostruzione l’operaio era a lavoro a 18 metri di profondità, quando è stato travolto da un blocco di cemento insieme ad altri detriti che sono crollati dalla parete del tunnel.

Questo il messaggio del sindaco di Lauria Angelo Lamboglia:

“Come tutta la comunità lauriota, resto sgomento di fronte all’incidente sul lavoro accaduto in un cantiere della nuova linea della metro di Milano, in cui ha perso la vita un nostro compaesano, il giovane Raffaele Ielpo.

Il profondo rammarico di queste ore mi spinge a ricordare la purtroppo non breve lista delle vittime del lavoro originarie di Lauria cadute nel tempo, a partire da quelle coinvolte nella tragedia del 21 ottobre 1965.

Ma rifletto anche su quanto ancora occorre fare per la valorizzazione del lavoro nella nostra società, per garantire ai lavoratori il massimo della sicurezza sul luogo di lavoro e soprattutto per dare vera attuazione all’articolo 1 della nostra Costituzione (l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro).

Giunga alla famiglia di Raffaele il mio più sincero sentimento di condoglianze”.

Ci stringiamo al dolore della famiglia.a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)