Calcio, Lavello-Nola: ecco come si è conclusa la partita

Siamo a Lavello.

Su un campo ridotto ad una risaia, per la pioggia caduta durante tutta la partita e le ore precedenti, il Lavello batte un Nola per niente entrato in gioco.

Partenza favorevole ai padroni di casa.

Al 3’ tiro-cross di Burzio, palla che attraversa tutta l’area avversaria e finisce a fondo campo.

All’8’ Statella al tiro dalla distanza, Cappa mette in angolo.

Al 13’ altro tiro insidioso di Statella, deviato in angolo da un difensore ospite.

Al 16’ viene espulso Dorsi, colpevole di aver atterrato nella propria metà campo Statella, diretto in porta.

Protestano dalla panchina del Nola per questo provvedimento considerato esagerato.

La punizione di Liurni insidiosa viene deviata in angolo da Cappa.

Su conseguente angolo, Burzio davanti la porta sbaglia clamorosamente mettendo a fondo campo.

Al 22’ Burzio davanti la porta, spreca ancora una volta un’occasione.

I minuti trascorrono ma il gol tarda ad arrivare per il Lavello, ci prova Liurni al 30’, palla a fondo campo.

Finalmente gli attacchi dei padroni di casa al 32’ vengono coronati con un bel gol dalla fascia destra: Liurni pennella un invitante pallone in area avversaria, dove irrompe Statella e segna.

Subito il gol, il Nola non reagisce e Liurni diretto in porta, manca il tiro vincente.

Al 42’ Cross dalla fascia di Burzio, Statella in acrobazia, manda la palla di poco sopra la traversa.

Al 43’ Liurni scende indisturbato per 30 metri, arrivato davanti la porta, cincischia fino a perdere la palla.

Ripresa.

Le cose non cambiano.

Al 1’ staffilata di Burzio, palla che finisce addosso al portiere.

Al 6’ punizione di Ruggiero, palla preda di Amata.

Al 18’ Liurni tutto solo, a tu per tu col portiere, si fa deviare il tiro.

Al 19’ Statella al tiro, Cappa mette in angolo.

Il gioco è in mano al Lavello ed al 23’ raddoppia il Lavello, Burzio, ricevuta palla dalla fascia, anche se da solo, gonfia la rete.

Passano due minuti e Caruso, appena entrato, davanti la porta, si fa deviare in angolo il tiro da Cappa.

Al 25’ al tiro Ruggiero, palla di poco oltre la traversa.

Passano tre minuti e Liurni effettua un tiro che si stampa sulla traversa.

Passa un minuto e Liurni, servito dalla fascia destra da Rodriguez, finalmente trova la porta sguarnita e mette dentro.

Al 35’ arriva il quarto gol per il Lavello, punizione di Rodriguez.

Irrompe Statella che mette dentro con un bel tiro angolato.

Tripudio in tribuna per gli oltre 100 spettatori locali.

Al 37’ Rodriguez da buona posizione, manda la palla alle “Stelle”.

Nei 4’ di recupero, al 93’ Brunetti davanti la porta di testa manda incredibilmente a fondo campo.

Finisce quindi 4-0 per il Lavello, una partita sicuramente dominata da quest’ultimo, il Nola da rivedere.

Ecco cosa dicono a fine partita i Mister delle due squadre.

Dice soddisfatto Mister Sormani:

“Finalmente ho visto una squadra solida, generosa e di grande spessore tecnico.

I ragazzi sono in una fase di crescita, anche se tutti non riescono ancora ad esprimerla.

In ogni partita ci mettiamo in discussione.

Oggi finalmente ho visto un buon collettivo in tutti i reparti.

Chi entra in campo deve saper cambiare gli equilibri”.

Il Mister De Lucia del Nola afferma:

“Il Lavello pur avendo dimostrato di essere superiore a mio parere è stato favorito dall’arbitro.

Non si può mandare fuori un giocatore dopo solo 15’ minuti di gioco.

In questo modo viene falsata la partita.

E’ naturale perdere con un giocatore in meno, per giunta su un campo difficile.

Non siamo una squadra che ambisce a vincere il campionato”.

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)