Venosa è il primo Comune lucano ad avviare questo progetto “in favore delle persone meno abili”. I dettagli

Domenica 12 Maggio avverrà la cerimonia di consegna del Progetto Mobilità Garantita, avviato dal Comune di Venosa.

Un importante contratto che, come già anticipato in un precedente articolo, la cittadina oraziana è stata la prima in Basilicata ad aver raggiunto.

Di cosa si tratta?

A spiegarlo ai cittadini, l’assessora ai Servizi sociali del Comune di Venosa, Carmela Sinisi:

“Il contratto è stato deliberato nel mese di Novembre da questa giunta comunale”.

Alla presenza:

  • Del Sindaco, Tommaso Gammone;
  • della Dott.ssa Maiorella, dirigente dell’area Servizi alla persona;
  • degli incaricati Fiorella Rotatori e Gennaro Del Grosso;

l’assessora ha aggiunto:

“Gli incaricati si faranno vivi nelle nostre attività commerciali, chiederanno di interloquire con voi del progetto e saranno specifici e tecnici nell’illustrarlo.

A noi, invece, tocca il compito primario di divulgare quanto è stato fatto.

Si tratta di una operazione di mobilità garantita, ossia a favore delle persone meno abili o incapaci di spostarsi secondo una mobilità propria, i quali avranno diritto, grazie al Comune di Venosa e alla società PMG, a un mezzo per diversamente abili che li renda autosufficienti (poi le modalità saranno dettagliatamente spiegate) in qualsiasi circostanza (da poter usare, quindi, con il maltempo e per raggiungere qualsivoglia luogo, dalla banca, all’ufficio, all’ospedale).

Il nostro Comune e la società hanno deciso di mettere a disposizione questo mezzo attraverso un contratto che andremo a definire con un autista specifico, in base alla convenzione che vedrà il bene a disposizione di tutti”.

Per ogni informazione, contattare l’ufficio Relazioni con il Pubblico al numero 0972/308631 – 06.

Cosa ne pensate?

Di seguito un’immagine del video in cui l’assessore Sinisi annuncia la novità.

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)