Coronavirus, anche in Basilicata rallentamenti nella consegna dei vaccini: a pagare il prezzo le fasce deboli della popolazione

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di Giovanni Angelino (Commissario Udc provincia di Matera):

“10363 dosi somministrate, 17265 dosi consegnate, 6 mila dosi in attesa nella prossima settimana ma è evidente che l’annuncio dei giorni scorsi di una brusca frenata nelle procedure di trasporto delle dosi di vaccino anti Covid in Italia da parte della Pfizer provocherà inevitabilmente un rallentamento anche in Basilicata.

Nel periodo in cui la nostra regione si colloca al terz’ultimo posto in Italia per la percentuale di somministrazione dei vaccini rispetto a quelli a disposizione (il 58,7% secondo gli ultimi dati riferiti al 19 gennaio) è evidente che qualcosa non sta funzionando, ma in Basilicata abbiamo un sottosegretario che risponde al nome di Mirella Liuzzi, in quota Movimento 5 Stelle, che continua a fare la bella statuina.

Nessun sollecito al Governo nazionale, perché ovviamente a gestire in maniera pessima l’emergenza sanitaria sono i suoi compagni grillini.

Ma anche in questa fase storica del nostro Paese, la Basilicata, una delle regioni con maggiore presenza di anziani, ovvero le persone che vanno protette con il vaccino prima possibile, viene trascurata dal Governo nazionale.

Ma la Liuzzi fa come le tre scimmiette: non vede, non sente e non parla.

Se questa è la massima espressione della rappresentanza politica della Basilicata in questo momento siamo messi molto male e a pagare il prezzo, di questa evidente incapacità di fare politica per il bene comune, sono in particolare le fasce deboli della popolazione lucana“.

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)