Basilicata, acquisto della prima casa: “Il basso tasso di natalità pretende una adeguata risposta”

Un aiuto alle giovani coppie nell’acquisto della prima casa: è l’obiettivo del progetto di legge, d’iniziativa del consigliere Vizziello (FdI), su cui è cominciato il dibattito nella quarta Commissione (Politica sociale) del Consiglio regionale della Basilicata, presieduta da Massimo Zullino (Lega), che si è riunita oggi.

Il progetto normativo “Misure di sostegno per l’acquisto della prima casa di proprietà” intende perseguire due obiettivi, come ha spiegato Vizziello nel presentare la pdl alla Commissione:

“Favorire la formazione e lo sviluppo delle famiglie mediante la rimozione degli ostacoli che si presentano nelle diverse fasi della vita familiare, con particolare riguardo a quelli di carattere abitativo ed economico; sostenere l’alto valore personale e sociale della maternità e della paternità, promuovere l’armonioso sviluppo delle relazioni familiari, nonché dei rapporti intergenerazionali, favorire l’uguaglianza di opportunità tra uomo e donna e tutelare il pieno sviluppo della personalità umana e il benessere di tutti i componenti della famiglia”.

Azioni conformi, come ha sottolineato il commissario, al dettato della Costituzione italiana.

Ha aggiunto il consigliere Vizziello:

“Il basso tasso di natalità della Basilicata (1,17 figli per ciascuna donna, valore nazionale 1,34 figli per donna) annualmente rilevato dall’indagine OsservaSalute, che colloca la nostra regione in coda alla classifica delle regioni più prolifiche d’Italia, pretende una adeguata risposta da parte dei decisori istituzionali, vista l’assenza nella nostra regione di efficaci politiche di sostegno alla famiglia sotto l’aspetto del miglioramento delle condizioni economiche delle stesse, muovendo, in particolare, dalla rimozione dei fattori di disagio abitativo.”

Sul testo si è sviluppato un dibattito partecipato in aula.

Gli intervenuti hanno manifestato deciso gradimento per la proposta di legge proponendo al contempo alcune integrazioni.

Il consigliere Mario Polese (Iv) ha chiesto un congruo stanziamento ed espresso perplessità sulla garanzia fidejussoria che la Regione può concedere.

Un aumento dell’età massima di 35 anni è stata chiesta dal consigliere Gianni Perrino (M5s):

“Sappiamo bene che ci si sposa e si mette famiglia anche più tardi, la porterei a 40 ma anche a 50 anni; sarebbe altresì utile inserire criteri legati al reddito Isee.”

Sono state, inoltre, chieste le audizioni di rappresentanti di Confedilizia, Abi e sindacato inquilini.

Vizziello, in merito alle considerazioni di Perrino ha spiegato:

“Ho scelto quel limite di età per dare un segnale e cercare di invertire la tendenza a procreare sempre più in ritardo a causa della mancanza di una casa”.

Al dibattito hanno partecipato anche i consiglieri Vincenzo Acito e Gerardo Bellettieri (FI), Carlo Trerotola (Pl), Gianuario Aliandro (Lega).

Al termine del dibattito, il presidente Zullino ha chiesto che gli siano inviate, tramite segreteria, le proposte di modifica della pdl e le richieste di audizione.

In apertura di seduta, l’organismo ha approvato, all’unanimità (presenti nel Parlamentino oltre al presidente Zullino, i consiglieri Baldassarre, Acito, Bellettieri, Vizziello, Aliandro, Quarto e Polese), un disegno di legge che modifica la legge regionale 4 dicembre 2018, n.50 “Diritto allo studio e sostegno all’apprendimento permanente nel corso della vita attiva”.

Con la modifica, proposta dall’assessore Francesco Cupparo, si chiede di anticipare il termine per l’approvazione del Piano annuale per il diritto allo studio dal mese di ottobre al mese di agosto.

Previsto, altresì, che le norme comuni di indirizzo delle politiche per il diritto allo studio e il sostegno all’apprendimento permanente si applichino con decorrenza dall’anno scolastico 2020-2021.

La Commissione, poi, ha preso atto di tre provvedimenti amministrativi relativi, il primo, alla sussistenza dei requisiti previsti per l’iscrizione all’albo regionale delle Federazioni e Associazioni dei Lucani nel mondo, il secondo alla nomina dei componenti della Commissione regionale dei lucani nel mondo e il terzo alla nomina dei componenti il Forum dei giovani lucani nel mondo.

Presenti ai lavori della quarta Commissione, oltre al presidente Zullino (Lega), i consiglieri Acito e Bellettieri (Fi), Aliandro (Lega), Baldassarre (Idea), Perrino (M5s), Polese (Iv), Quarto (Bp), Trerotola (Pl), Vizziello (FdI).a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)