A Melfi una grande festa dello sport: importanti premi e riconoscimenti per i migliori atleti lucani! I dettagli

“Non sono contento perché vinco, ma vinco perché sono contento!”.

Con questo motto, che ben rappresenta lo spirito sportivo con cui il mondo CSI affronta le sfide, Sabato 30 Novembre scorso, presso la Sala Consiliare della città di MelfiDon Alessio Albertini (assistente ecclesiastico nazionale del Centro Sportivo) ha ricevuto, dalle mani del presidente regionale del CSI, Nazzareno Sportella, il premio Carriera CSI per la ottava edizione del Galà dello Sport.

È stata davvero una bella festa quella andata in scena nel Municipio gialloverde, dove Lorenzo Morano, vice presidente del comitato CSI locale e vicario regionale, ha condotto, per l’ottava volta di fila, l’attesissima serata di gala, patrocinata dall’amministrazione comunale.

Tra i presenti, il Sindaco Livio Valvano e diversi membri della giunta.

Tanti i premiati, a dimostrazione che la Basilicata è, malgrado i numeri risicati, una regione che esprime grandissime potenzialità, sia in ambito sportivo che sociale.

Soddisfatto il presidente regionale del CONI, Leopoldo Desiderio, che ha premiato l’AIAS di Melfi (Associazione Italiana Assistenza Spastici) per aver organizzato in maniera eccelsa l’11° Campionato Nazionale di Equitazione FISDIR (Federazione italiana sport paralimpici degli intellettivo relazionali).

A ritirare il premio è stata la presidente dell’importante struttura riabilitativa melfitana, Francesca Verrastro; con lei, tanti operatori dell’Aias e i ragazzi speciali che vivono nel centro di assistenza.

L’Aias di Melfi, anche quest’anno, per mezzo del proprio laboratorio artistico e del progetto della fondazione “F. Bagnale” che ha visto nascere l’Azienda Agricola “Le Nuvole”, ha offerto a tutti i premiati e alle autorità presenti dei gadget di altissimo valore artistico e dell’ottimo vino Aglianico del Vulture, prodotto proprio dall’azienda sociale “Le Nuvole”.

Nell’occasione, il presidente del CSI di Melfi, Aldo Cilenti, ha reso omaggio ai 50 anni di attività dell’Associazione sul territorio.

Questi gli atleti premiati nella serata:

  • la giovanissima Miriam De Vincenzo, da Pescopagano, accompagnata dal suo maestro di arti marziali, campionessa nazionale di taekwondo, che ha ritirato, tra gli applausi della gremitissima sala consiliare, il premio come atleta emergente;
  • per la categoria basket, i fari del galà si sono accesi sull’ASD Boys Nova Salus di Montescaglioso, prima squadra lucana di basket in carrozzina: a ritirare il premio è stata Francesca Fortunato, assessore della cittadina di Montescaglioso (la squadra era in viaggio per Palermo).

Il premio le è stato donato dalle mani di Michele Saracino, presidente regionale del Comitato Italiano Paralimpico;

  • l’atleta melfitana, torinese d’adozione, Olga Cappiello (ex ciclista professionista, oggi impegnata nelle gare di granfondo), campionessa del mondo 2018, con un curriculum da capogiro, che ha donato al comitato di Melfi la sua maglia iridata autografata;
  • il ciclista lucano Nicola Grimolizzi da Barile, entrato a suon di brevetti nella nazionale italiana randonnée;
  • Emanuele Santochirico, padre della campionessa materana Cristina, stella dell’Hockey Pista, ha ritirato il premio attribuito alla figlia, impossibilitata ad essere a Melfi, in quanto convocata in nazionale per uno stage nel nord Italia;
  • Antonino Fiorentino, campione del mondo di bowling a squadre: orgoglioso per aver ricevuto questi onori, per la prima volta, nella sua Basilicata;
  • il melfitano Armando Caprarella, podista, campione italiano master con la Pedone Riccardi di Bisceglie, per la sua lunghissima carriera;
  • premio speciale al CSI di Taranto, ritirato dal presidente Antonio Melfi, in occasione del decimo anniversario del gemellaggio con il CSI di Melfi: per l’occasione, presente il consigliere nazionale e responsabile area sud, Salvatore Maturo, accompagnato dal coordinatore tecnico delle regioni del sud e presidente del CSI Campania, Enrico Pellino;
  • premio in “orbita” CSI anche quello attribuito alla pallavolista materana Stefania Di Cuia, nata nel movimento ciessino ed approdata ai campionati federali, prima in Basilicata ed oggi in Puglia;
  • premio anche per la Normanna Basket Melfi che, con le sue squadre giovanili, vanta i titoli di campioni regionali CSI Sport&Go, assieme alla partecipazione alle ultime finali nazionali.

Nelle finali nazionali hanno trionfato: nella categoria Under 12 Sport&Go, la Lucania Volley di Lauria ed i baby calciatori del Lykos 2016 Potenza, i quali hanno portato in Basilicata due prestigiosi titoli nazionali;

  • la Scuola Calcio Boys Valleverde di Melfi, presente con il tecnico Sergio Mussini, premiata per la categoria Sport & Sociale per aver aperto le proprie porte ad uno dei ragazzi speciali dell’AIAS di Melfi;
  • sempre bella la categoria Amarcord, quest’anno con protagonista il Club Atletico Basket Femminile (prima compagine di basket in rosa della città, nata sul finire degli anni 60): premio ritirato dal professor Felice D’Urso e da due delle sue prime giocatrici, Giovanna Francese e Annamaria Dello Russo;
  • i membri dell’Associazione Ronca Battista Melfi – Protezione Civile, premiati per il costante supporto dato alle manifestazioni sportive della città e le aziende Stazione Esso di Melfi e Melfese Calcestruzzi, omaggiate per l’importante sostegno alle iniziative del CSI e del mondo sportivo in genere.

Va in archivio, quindi, l’ennesimo successo per il CSI di Melfi, che si appresta a chiudere questo 2019 (anno del 75° della fondazione nazionale) in maniera eccelsa e con un Dicembre ricco di impegni: Natale e Messa dello Sportivo, Falò di Santa Lucia, supporto a Telethon e Tombolata Benefica, a testimonianza delle infinite risorse del team di Aldo Cilenti.

Di seguito alcune foto dell’evento.

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)