Venosa: volontari incontrano bambini e famiglie per leggere insieme storie fantastiche! Ecco l’iniziativa

In occasione della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia, i volontari Nati per leggere di Venosa, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e con la biblioteca civica “Monsignor Rocco Briscese”, hanno organizzato “La tua voce crea un legame tra me e te”, iniziativa tesa a promuovere la lettura nella prima infanzia e al tempo stesso la fruizione delle biblioteche.

Certi che i bambini hanno il diritto di ricevere pure occasioni di sviluppo cognitivo e affettivo e che leggere ai piccoli ha un’influenza più che positiva sul loro sviluppo sia intellettivo che linguistico, emotivo e relazionale, domenica 20 novembre, nella sala Carlo Gesualdo del Castello Pirro del Balzo, i promotori dell’iniziativa incontreranno i bambini e le loro famiglie per leggere insieme storie fantastiche e così favorire l’amore e la curiosità per i libri.

Alle 10:30, quindi, l’appuntamento sarà con i piccoli aventi un’età compresa tra 0 e 3 anni e con i loro genitori;

alle 11:30, invece, con i bambini da 3 a 6 anni e con i rispettivi padre e madre insieme.

In linea con gli obiettivi di Nati per leggere – programma nazionale di promozione della lettura nell’età prescolare, ideato nonché sviluppato e sostenuto dall’Associazione Culturale Pediatri, dall’Associazione Italiana Biblioteche e dal Centro per la Salute del Bambino – “La tua voce crea un legame tra me e te” vuole sottolineare l’importanza che riveste la lettura nel concorrere non solo allo sviluppo cognitivo e affettivo dei bambini, ma anche al potenziamento delle capacità dei genitori di crescere con i loro figli.

Dopotutto, nel momento stesso in cui un padre oppure una madre legge una storia ai propri piccoli, grazie anche alla magia del testo e della voce, non fa altro che consolidare quell’indissolubile legame esistente tra genitori e figli.

Per l’occasione, la biblioteca civica del Comune di Venosa “Monsignor Rocco Briscese”, dotata anche di libri per i bambini, rimarrà aperta sì da permettere ai loro genitori di richiedere prestiti librari.

Questa la locandina dell’iniziativa,

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)