Patente: il “taglio dei punti” arriva via mail! I dettagli

Così come riportato da Repubblica, ci sono delle novità per quello che concerne la notifica del “taglio punti” e il cambio di Residenza.

Ecco tutto ciò che c’è da sapere a riguardo:

“Cambiano le regole del ‘gioco’ per la patente a punti: in caso di variazione del punteggio l’Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida manda una mail agli interessati.

Una svolta che evita l’uso del numero di telefono, l’inserimento dei dati e che rende tutto il servizio più tempestivo.

Certo, la comunicazione ha scopi esclusivamente informativi ma è fondamentale perché quando un automobilista sta per esaurire i punti può cercare di recuperarli o, si spera, guidare in modo più prudente.

Per attivare il servizio via mail occorre registrarsi sul Portale dell’Automobilista del Ministero dove fra l’altro ognuno può scaricare un’attestazione, in formato pdf, con il saldo del proprio punteggio e le informazioni su tutte le variazioni avvenute, decurtazioni ed incrementi.

E utilizzando l’app iPatente è possibile ricevere direttamente sul proprio cellulare, se abilitato, la notifica di avvenuta decurtazione dei punti.

Le app dunque si rivelano sempre più utili per semplificare la vita dei guidatori.

Non solo.

È un’iniziativa fondamentale per sveltire la burocrazia visti i grandi numeri dei guidatori in Italia: è infatti boom di patenti e siamo oltre i 39 milioni.

Cambia anche il modo in cui occorre comunicare il trasferimento di residenza dell’intestatario di un veicolo: il vecchio aggiornamento della carta di circolazione (oggi Documento Unico), che avveniva con il rilascio di un tagliando adesivo che il cittadino aveva l’obbligo di applicare sul documento di circolazione, è stato sostituito dall’obbligo di richiedere unicamente l’aggiornamento dei dati contenuti nell’Archivio Nazionale Veicoli (ANV).

Pertanto, la variazione di residenza viene ora registrata esclusivamente nell’ANV senza rilascio al cittadino di nessun tipo di attestazione”.

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)