Palazzo San Gervasio: sorgerà un Centro Antiviolenza in un edificio confiscato alla mafia! I dettagli

Il sindaco di Palazzo San Gervasio (PZ) Michele Mastro rende noto un bel traguardo raggiunto stamane presso il Municipio:

“Nell’ambito del PON (Programma Operativo Nazionale ‘Legalità 2014/2020’), con immensa e grande soddisfazione comunico alla cittadinanza che questa mattina, presso la sede municipale, è stato firmato con l’impresa aggiudicataria, il verbale di consegna dei lavori relativi alla ‘Realizzazione di un Centro Antiviolenza e Casa Rifugio’ per un importo complessivo di € 734.823,53.

I lavori riguarderanno la riqualificazione dell’edificio confiscato alla mafia situato in Via Calabria mediante la completa demolizione e la successiva realizzazione di un centro rivolto alle donne vittime di violenza.

Il nuovo immobile, progettato secondo i criteri di efficienza energetica ed edilizia sostenibile, funzionerà, nell’ottica consolidata dell’ACCOGLIENZA, che ci ha visto protagonisti da decenni, sia come centro di ascolto rivolto ai soggetti fragili vittime di violenza offrendo servizi diurni sia come rifugio per le donne allontanate dall’ambiente in cui hanno subito violenza.

A tal riguardo sento il dovere di ringraziare a nome dell’Amministrazione comunale i Progettisti, la Direzione dei Lavori, il Responsabile del Procedimento, il Collaudatore delle opere, il Responsabile dei lavori, il Direttore tecnico di cantiere, il nostro ufficio tecnico e il suo Responsabile.

Questa è un’altra grande soddisfazione per la nostra comunità e non solo.

Andiamo avanti, sempre più avanti!”.

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)