La Basilicata in zona rossa: torna l’autocertificazione! Ecco il modello e quando va esibita

La Basilicata è ufficialmente in zona rossa.

Dal monitoraggio pervenuto oggi dall’Istituto Superiore di Sanità l’indice di contagio Rt per la nostra Regione è schizzato a 1.51.

Come se non bastasse è il valore più alto a livello nazionale.

Stando a questi numeri si passerebbe direttamente da gialla a rossa.

Ecco le regole da rispettare in zona rossa premettendo che sono vietati gli spostamenti tra Regioni qualunque siano i colori fino al 27 Marzo:

Spostamenti dal comune: in zona rossa non è consentito muoversi anche all’interno del proprio comune. Si può solo per motivi di lavoro, urgenza  o salute.

E per giustificarlo serve l’autocertificazione.

Spostamenti dalla regione: spostamenti tra regioni vietati fino al 27 marzo. Ci si può spostare solo con autocertificazione e per i seguenti motivi: lavoro, salute, urgenza.

Visite a parenti e amici: adesso non è più consentito spostarsi per far visita a parenti o amici, nel proprio comune o al di fuori di esso.

Seconde case: in zona rossa è vietato spostarsi verso le seconde case, perché non rientra nei soli motivi autorizzati di lavoro, salute, urgenza.

Bar e ristoranti: Bar e ristoranti sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto e per la consegna a domicilio.

Negozi aperti: i negozi sono chiusi. Restano aperte farmacie e punti vendita di beni di prima necessità.

Scuole: nelle zone rosse la riapertura delle scuole riguardale scuole dell’infanzia, le elementari e la prima media.

Dalla seconda media in su si va in Didattica a distanza.

Poiché gli spostamenti sono consentiti solo per i motivi di necessità sopra elencati servirà l’autocertificazione.

Per scaricare adesso il modulo di Autodichiarazione CLICCA QUI.a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)