Coronavirus: in Basilicata alcuni dati “in peggioramento”. Ecco i risultati del monitoraggio

“In peggioramento” in Basilicata, nella settimana dal 10 al 16 febbraio, i dati che riguardano i “casi attualmente positivi per 100 mila abitanti”, l’incremento percentuale dei casi e il dato sulle “persone testate per 100 mila abitanti.

Ecco quanto emerge dal monitoraggio indipendente della Fondazione GIMBE.

  • 625 i casi attualmente positivi per 100 mila abitanti;
  • è al 4,2 per cento l’incremento dei casi;
  • sono 602, invece, la persone testate per 100 mila abitanti.

E’ positiva, sempre secondo la Fondazione:

  • la percentuale di “posti letto in area medica occupati da pazienti covid-19”, pari al 17 per cento;
  • quella dei “posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti covid-19” (otto per cento, la più bassa in Italia nella settimana dal 10 al 16 febbraio).

Nella tabella, sono state elencate le province “con incremento percentuale dei casi superiore al 5 per cento nella settimana 10-16 febbraio”: Matera ha fatto registrare un aumento del 5,6 per cento.

Per quanto riguarda la somministrazione dei vaccini, la percentuale dei lucani che hanno completato il ciclo vaccinale è pari all’1,87 per cento (fanno segnare una percentuale inferiore – fra 1,86 e 1,46 per cento – Marche, Campania, Puglia, Umbria, Sardegna, Abruzzo e Calabria; i primi tre posti sono occupati dalla Provincia autonoma di Bolzano con il 4,15 per cento, la Valle d’Aosta col 3,13 per cento e il Piemonte col 3,06 per cento).

La Fondazione ha evidenziato che:

  • la percentuale di dosi di vaccino somministrate a “personale non sanitario” è pari al 30 per cento;
  •  la percentuale di dosi somministrate a persone con oltre 80 anni “è pari al quattro per cento“.

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)