Gioco d’azzardo nel Vulture-Melfese: ecco i dati dei comuni

Quasi 320 milioni di euro in provincia di Potenza, altri 205 milioni in provincia di Matera.

Per un totale che ammonta a 524 milioni e 757 mila euro di soldi incassati nel 2018 in Basilicata dal gioco d’azzardo, dalle slot machine al Lotto, Superenalotto e lotterie istantanee.

I dati sono stati resi pubblici dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Nel potentino si  attestano vincite pari a 240 milioni di euro, nel materano le stesse si fermano a poco più di 154.

Così si chiudeva l’anno precedente:

  • Potenza 99,4 milioni di euro giocati (quasi 57 milioni tra slot, 25 ripartite tra lotterie istantanee e Lotto, quasi 12 per le scommesse sportive);
  • Matera poco più di 91 milioni giocati (divisi tra 55 per le slot e quasi 14 per il Lotto).

Ecco i dati per la provincia di Potenza:

  • Acerenza 1,1 milioni;
  • 314 mila euro ad Albano di Lucania;
  • 1,3 milioni ad Anzi;
  • 201 mila euro spesi ad Armento;
  • 2,1 milioni ad Atella;
  • 12,2 milioni spesi ad Avigliano (8,5 per le slot);
  • 2,7 a Balvano (oltre la metà per le slot);
  • 1,2 milioni circa a Banzi;
  • 1,6 a Baragiano;
  • 2,8 a Barile (quasi tutti per le slot, 2,5 milioni);
  • 3,5 milioni a Bella;
  • 1,8 a Brienza;
  • 240mila euro, Brindisi di Montagna;
  • 637 mila euro i soldi spesi a Calvello;
  • 106 mila a Calvera;
  • 341 mila a Campomaggiore;
  • poco più di 420mila a Cancellara (di cui 390 mila per le slot);
  • 207 mila euro a Carbone e 245 mila euro a Castelgrande;
  • Castelluccio Inferiore circa 1,9 milioni di euro, mentre a Castelluccio Superiore 436 mila euro;
  • 687 a Castelmezzano;
  • 288 a Pietrapertosa;
  • 444 mila euro a Castelsaraceno;
  • 503 mila circa a Castronuovo di Sant’Andrea;
  • 354 mila euro a Cersosimo, quasi l’intero importo riguarda le slot machine;
  • a Chiaromonte poco più di 1 milione di euro;
  • 2,5 milioni di euro a Corleto Perticara;
  • 737 mila spesi ad Episcopia, ben 575 mila euro sono stati usati per le slot;
  • Fardella 322 mila euro;
  • a Filiano 3,2 milioni di euro;
  • 1,3 milioni circa a Forenza (oltre 1 milione nelle slot);
  • circa 3,4 milioni sono stati spesi a Francavilla in Sinni (oltre 1 milione per le lotterie istantanee);
  •  Gallicchio sono stati spesi 625 mila euro solo per le slot;
  • quasi 3 milioni a Genzano di Lucania;
  • 157 mila euro a Ginestra;
  • circa 1,8 milioni a Grumento Nova;
  • a Guardia Perticara 876 mila euro;
  • 5,7 milioni per Lagonegro;
  • 1,4 milioni a Latronico;
  • Laurenzana sono stati spesi 351 mila di euro;
  • oltre i 7,2 milioni a Lauria, così divisi: 3,6 milioni per le slot e 2,1 per il Lotto;
  • Lavello, 7,6 milioni spesi;
  • Maratea 5,4 milioni;
  • Marsico Nuovo 2,2 milioni;
  • a Marsicovetere oltre 17 milioni di euro, con le slot machine che hanno avuto la meglio con circa 15 milioni;
  • 605 mila euro a Maschito;
  • mentre a Melfi oltre 18 milioni di euro: quasi la metà sono finiti nelle slot; a seguire  3,4 per il Lotto e altri 2,2 per altri tipi di lotterie istantanee;
  • A Missanello 746 mila euro;
  • a Moliterno 3,1 milioni;
  • a Montemilone quasi 730 mila euro;
  • 397 mila euro a Montemurro;
  •  a Muro Lucano quasi 4,2 milioni di euro (oltre 3 per le slot);
  • 497 mila euro a Nemoli e 316 a Noepoli;
  • per Oppido Lucano il totale ammonta a 1,4 milioni di euro;
  • mentre a Palazzo San Gervasio poco più di 1,6 milioni di euro;
  • Paterno 1,1 milioni di euro;
  • mentre sono 847 mila quelli spesi a Pescopagano;
  • poco più di 2,5 milioni spesi a Picerno (1,2 milioni nelle slot, quasi 900 mila tra Lotto e lotterie istantanee);
  • a Pietragalla quasi 3,5 milioni;
  • a Pignola 3,3 milioni (2,2 nelle slot);
  • a Rapolla poco più di 1,8 milioni;
  • a Rapone 356 mila euro;
  • a Rionero in Vulture oltre 13 milioni (poco meno della metà, 6,3 milioni, per le slot);
  • 134 mila euro spesi a Ripacandida;
  • 832 mila a Rivello;
  • 1,1 milioni a Roccanova;
  • a Rotonda, oltre 2,1 milioni di euro (1,1 milioni per il Lotto);
  • a Ruoti 1,5 milioni;
  • a Ruvo del Monte 847 mila euro;
  • a San Chirico Nuovo 679 mila euro, mentre a San Chirico Raparo 554 mila euro;
  • a San Costantino Albanese 236 mila euro;
  • a San Fele 420 mila;
  • a San Martino d’Agri circa 160 mila, mentre poco più di 90 mila euro sono stati spesi a San Paolo Albanese per il Lotto;
  • a San Severino Lucano circa 250 mila euro;
  • Sant’Angelo Le Fratte, sfiora quota 634 mila euro;
  • oltre 5,3 milioni di euro a Sant’Arcangelo;
  • a Sarconi, sono stati giocati oltre 965 mila euro;
  • a Sasso di Castalda, poco più di 138 mila euro;
  • 661 mila a Satriano di Lucania;
  • 245 mila a Savoia di Lucania;
  • oltre 8,2 milioni a Senise (la metà nelle slot);
  • 280 mila euro a Spinoso;
  • circa 74 mila euro a Teana;
  • 510 mila euro a Terranova di Pollino;
  • oltre 8,5 milioni di euro a Tito (quasi 6 milioni nelle slot);
  • circa 1,1 milioni di euro a Tolve;
  • a Tramutola quasi 2 milioni di euro;
  • 1,5 a Trecchina;
  • 157 mila euro a Trivigno;
  • 933 mila euro a Vaglio Basilicata (quasi 640 per le slot);
  • a Venosa 12,3 milioni di euro;
  • oltre i 2 milioni spesi a Vietri di Potenza (poco più della metà per le slot);
  • a Viggianello 937 mila euro;
  • infine a Viggiano 1,5 milioni di euro (1,2 per le slot).

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)