Oggi la Chiesa celebra San Giuseppe, Protettore di tutti i lavoratori!

Oggi, 1 Maggio, la Chiesa cattolica festeggia San Giuseppe Lavoratore.

Nel Vangelo Gesù è chiamato ‘il figlio del carpentiere’.

In questo giorno si riconosce la dignità del lavoro umano, come dovere e perfezionamento dell’uomo, esercizio benefico del suo dominio sul creato, servizio della comunità, prolungamento dell’opera del Creatore, contributo al piano della salvezza.

Giuseppe è un nome che in ebraico significa “Dio aggiunga”, infatti San Giuseppe è stato “aggiunto in famiglia”, in quanto sposo di Maria e padre putativo di Gesù e rappresenta un esempio per tutti i padri del mondo.

Descritto nella Bibbia come uomo giusto, è definito da molti come “Il Santo del silenzio”, in quanto sono davvero poche le righe evangeliche che si riferiscono a lui.

Da buon custode della famiglia, si prese cura, in tutto e per tutto, di Maria e Gesù Cristo, persino quando si ritrovò nella drammatica situazione di rifugiato durante la fuga in Egitto, per scampare alla minaccia di Erode.

Grazie a Giuseppe, Gesù imparò il lavoro di falegname, ma soprattutto a nutrirsi della parola di Dio, crescendo in età, sapienza e grazia.

Il Santo obbedì integralmente alla volontà divina, rappresentando fino in fondo l’uomo che “sa prendere con sé”.

L’espressione “prendere con sé” ricorre al termine dell’Annunciazione e si riferisce al fatto che Giuseppe prese con sé Maria, tenendo a riparo lei e Gesù in Egitto, proprio come gli aveva ordinato l’Angelo del Signore.a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)