Medicinali simili a prodotti biologici: al Crob di Rionero il convegno regionale sul tema

“Focus sull’impegno dei biosimilari” è il titolo del convegno regionale organizzato dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica che si terrà il 19 Settembre all’Irccs Crob di Rionero.

Coordinatori scientifici dell’evento sono gli oncologi dell’Irccs Crob Alfredo Tartarone e Michele Aieta, direttore del dipartimento medico.

Obiettivo dell’incontro scientifico è fare il punto della situazione sull’impiego dei farmaci biosimilari in onco-ematologia in Basilicata.

Spiega il dottor Tartarone:

“Fin dalla loro introduzione nella pratica clinica alcuni decenni fa, i farmaci biologici hanno rappresentato un’importante innovazione tecnologica e un significativo progresso nel trattamento di numerose patologie soprattutto in ambito oncologico, ematologico e nelle patologie autoimmuni e alcuni di tali agenti sono o saranno presto affiancati dai cosiddetti farmaci biosimilari.

I risparmi generati dall’uso dei biosimilari potrebbero favorire l’accesso ai farmaci biotech innovativi per tutti i pazienti e contribuire alla sostenibilità finanziaria dei sistemi sanitari”.

Con il termine biosimilare si intende un medicinale simile a un prodotto biologico di riferimento già autorizzato e per il quale sia scaduta la copertura brevettuale.

I farmaci biosimilari sono ottenuti tramite processi produttivi diversi rispetto ai medicinali di riferimento e non devono essere identici a questi, ma simili dal punto di vista della qualità, efficacia e sicurezza.

L’incontro scientifico inizierà alle ore 14:00 ed è accreditato ecm per le figure professionali di medico chirurgo (con riferimento alle discipline di oncologia, radioterapia ed ematologia), di farmacista (con riferimento alla disciplina di farmacista ospedaliero) e di biologo.

Di seguito il programma.

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)