L’inceneritore di Melfi apre le porte agli studenti: all’interno dello stabilimento i ragazzi…

Si è tenuta stamattina, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, l’iniziativa “Impianti aperti”.

Il termovalorizzatore di Rendina Ambiente a San Nicola di Melfi ha aperto le porte agli studenti del Settore tecnologico (Costruzioni, Ambiente e Territorio) dell’Istituto di istruzione superiore “G. Gasparrini” di Melfi.

Si legge in una nota:

“Promosse da Fise – Assoambiente in molti impianti italiani di trattamento dei rifiuti, le visite hanno l’obiettivo di offrire un’informazione trasparente e completa sullo smaltimento degli stessi nel pieno rispetto di ambiente e territori.

Anche l’impianto di Melfi ha aderito all’iniziativa, consentendo agli studenti di conoscere il processo industriale per la trasformazione in energia di rifiuti, altrimenti destinati alla discarica.

Oltre che la linea produttiva per lo smaltimento dei rifiuti urbani e quella destinata ai rifiuti industriali (una delle sei presenti in Italia), i ragazzi hanno visitato i luoghi in cui avvengono le attività di monitoraggio e controllo a tutela dell’ambiente.

In primis, l’entrata dello stabilimento dove avviene la fase di verifica dei rifiuti in ingresso, incluso il controllo radiometrico per intercettare e respingere eventuali materiali radioattivi che non vengono mai trattati dall’impianto.

Quindi la sala controllo in cui vengono rilevati in tempo reale, 24 ore al giorno, i livelli delle emissioni, sempre ampiamente al di sotto dei livelli normativi.

A destare particolare attenzione nella scolaresca, il sistema di depurazione dei fumi e il biomonitoraggio delle api, da tempo riconosciute come ‘indicatori biologici naturali’; la loro vitale attività nelle arnie all’interno dell’area del termovalorizzatore rassicura sullo stato di salute del territorio, in particolare dell’aria, dell’acqua, del terreno e delle piante”.

Cosa pensate di questa iniziativa?a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)