Guarente: “ho portato a Pontida il saluto della mia città e della Basilicata!”. Pepe: “a Pontida con orgoglio”

Tappeto di persone a Pontida per il grande raduno leghista.

Militanti e sostenitori con le bandiere della Lega, di Salvini premier e dell’Italia, hanno ricoperto il pratone, facendo registrare un’affluenza maggiore rispetto agli anni precedenti.

Ad occupare il fondale del palco lo slogan:

“La forza di essere liberi!”.

A Pontida c’era anche la Basilicata.

Presente infatti al raduno il Sindaco di Potenza Mario Guarente che con un post ha dichiarato:

“La mia prima volta a Pontida: ho portato il saluto della mia città e della mia regione, ho parlato di Basilicata ed ho espresso il mio punto di vista su alcuni temi.

A chi si è sentito offeso e indignato, a tutti quelli che “non a nome mio” dico: in ogni convention di partito si portano, per garbo, i saluti della propria terra, che siano partiti di centro destra o di centro sinistra.

Non mi sono mai sentito offeso dai saluti a nome dei potentini e dei lucani alle convention di Leu, del PD, del M5S o di altri partiti perché ho sempre dato per scontato che fosse sottinteso il riferimento ai simpatizzanti.

Indignatevi per le cose serie e ricordate: chi si offende è fetente!”.

Presente anche il senatore lucano della Lega Pasquale Pepe:

“A Pontida, con orgoglio.

Perché si è trovata l’Italia dell’onore e della dignità!”.

Cosa ne pensate?a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)