BASILICATA AGGIORNAMENTO UFFICIALE CORONAVIRUS ore 12:00. Sono 9 i POSITIVI tra cui VENOSA e RAPOLLA!

Coronavirus: aggiornamento ore 12:00.

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 1 aprile, sono stati effettuati 165 test per l’infezione da Covid – 19.

Di questi:

156 sono risultati negativi e 9 positivi.

I casi positivi riguardano:

  • 3 il Comune di Grassano;
  • 2 il Comune di Potenza;
  • 1 il Comune di Venosa;
  • 1 il Comune di Marsico Nuovo;
  • 1 il Comune di Rapolla;
  • 1 il Comune di Garaguso

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 235 (aggiungendo i 9 positivi e sottraendo al totale la persona deceduta ieri a Rapolla) su un totale di 2427 tamponi analizzati, di cui 2179 risultati negativi.

Ai 235 positivi vanno aggiunte:

  • 10 persone decedute (1 Spinoso, 3 Potenza, 2 Paterno, 1 Moliterno, 1 Villa d’Agri, 1 Irsina, 1 Rapolla);
  • 3 persone guarite;
  • 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm;
  • 1 paziente di Gioia del Colle ed 8 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove attualmente si trovano in isolamento domiciliare.

Attualmente in Basilicata i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane (Azienda ospedaliera San Carlo e Ospedale Madonna delle Grazie) sono 57 persone così suddivisi:

  • Azienda ospedaliera San Carlo: malattie infettive 17, terapia intensiva 13, pneumologia 5;
  • Ospedale Madonna delle Grazie: malattie infettive 16 e terapia intensiva 6.

La task force precisa che tra i tamponi effettuati ieri 2 riguardano pazienti avviati alla guarigione ma che hanno dato ancora esito positivo.

Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

Seguiranno aggiornamenti.a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)