Al via il “nuovo patto per Melfi” per tutelare i lavoratori dello Stabilimento Stellantis e dell’indotto! Ecco la proposta della deputata Moretto

“Sì al ‘Patto per Melfi’: è importante non abbassare la guardia e continuare a insistere sul Governo nazionale affinché preveda una serie di iniziative per tutelare nel prossimo futuro i lavoratori dello stabilimento Stellantis di Melfi e il suo indotto.

Per questo ringraziamo la deputata Sara Moretto che anche ieri, durante il Question time alla Camera con la risposta del ministro allo Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti si è fatta portatrice degli interessi della Basilicata e del Vulture – Melfese chiedendo rassicurazioni concrete e lanciando il Patto per Melfi”.

Lo dichiara il gruppo dirigente di Italia Viva Basilicata insieme ai consiglieri regionali, Mario Polese e Luca Braia e al coordinatore cittadino di Iv di Melfi, Alessandro Panico.

I dirigenti lucani di Iv sottolineano:

“La nostra deputata così come aveva anticipato la scorsa settimana durante il suo tour in Basilicata, al netto delle risposte del ministro Giorgetti che ha elencato le misure già note per tutto il comparto dell’Automotive italiano, ha lanciato una vera e propria piattaforma di richieste al Governo nazionale per difendere gli interessi della nostra Regione e dell’intero Mezzogiorno che sono legati a livello occupazionale ed economico in maniera indissolubile allo stabilimento Stellantis e a tutto l’indotto di San Nicola di Melfi.

Così come sono importanti le misure già avviate con gli incentivi all’acquisto delle autovetture ora è fondamentale approvare le ulteriori misure per il mantenimento e la riqualificazione della manodopera e delle forze lavoro.

In tutto questo non può non avere un ruolo centrale nelle attenzioni del Governo il più grande e moderno stabilimento dell’automotive di Italia.

Per questo è vitale prevedere un pacchetto di iniziative che incrocino:

  • investimenti infrastrutturali con il potenziamento della rete ferroviaria;
  • un impulso alla formazione immaginando un nuovo Its;
  • una riconversione industriale dell’indotto verso produzioni analoghe, come gli allestimenti ferroviari e l’insediamento di una hydrogen valley.

Lo sforzo messo in campo dalla deputata Moretto è la dimostrazione che Italia Viva vuol stare sul merito per provare a trovare soluzioni concrete e in questo caso per immaginare un nuovo patto di sviluppo per Melfi che superi anche il silenzio e l’immobilismo della Giunta regionale della Basilicata che evidentemente sottovaluta l’emergenza occupazionale, sociale ed economica legata all’incerto futuro del settore automotive lucano”.

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)