I PEPERONI “CRUSCHI” E ALTRE TIPICITÀ LUCANE SPOPOLANO SU UNO DEI GIORNALI PIÙ FAMOSI AL MONDO!

cruschi2

La Basilicata e le sue eccellenze enogastronomiche decantate da “The Guardian” il famosissimo quotidiano britannico che ha sede a Londra.

Tanti i prodotti lucani IGP citati:

  • il cacioricotta;
  • il baccalà;
  • i fagioli;
  • la malvasia bianca;
  • i salumi tipici;
  • la melanzana rossa di Rotonda;
  • il pane di Matera;
  • i peperoni cruschi di Senise.

Proprio ai cruschi è stato dedicato un ampio spazio informativo proponendo ricette correlate alla storia della Lucania.

Per “The Guardian” i peperoni cruschi:

“Rappresentano un gusto essenziale nella Basilicata e dell’Italia Meridionale, difficili da trovare altrove.

Si possono degustare abbinati a pasta, patate stufate o uova fritte, o semplicemente come un accostamento alle bevande.

I peperoni rossi sottili e lunghi (della zona intorno alla collina di Senise) hanno un basso contenuto di umidità e sono perfetti per l’essiccazione al sole caldo.

Rapidamente fritti in olio d’oliva, i cruschi, hanno origine protetta da IGP, vengono raccolti a mano da agosto, poi incatenati in collane e appesi alle case esterne per asciugarsi.

Quando il caldo del pomeriggio svanisce, un aperitivo perfetto si può realizzare con un bicchiere di malvasia bianca refrigerata accompagnata da pezzi di pecorino, scorze di cruschi e fettine di salumi locali preparati con peperoni in polvere”.

Una bella soddisfazione per la nostra terra apparire tra le pagine di un quotidiano così famoso con l’auspicio che cresca sempre di più il numero dei visitatori affascinati dalle bellezze naturali della Basilicata, sedotti dal gusto delle prelibatezze che offre.